sabato 31 dicembre 2011

Neutralizzata la notturna di Ollomont

Ha preso il via regolarmente venerdì sera la prova in notturna di Ollomont, valida come seconda tappa del circuito Skialp sotto le Stelle e il Sole, nonostante la bufera di neve avesse caratterizzato l'intera giornata. Circa 80 atleti al via con nomi di primissimo piano come Dennis Trento, Gloriana Pellissier, Dennis Brunod e Francois Cazzanelli.
Dopo l'ultimo cambio pelli il battistrada ha preso un percorso sbagliato, complice un'errata indicazione, ed il gruppetto di chi era subito dietro l'ha seguito. Panico, confusione, i concorrenti vanno un po' dove meglio credono. All'arrivo si decide per l'annullamento della prova, niente classifica quindi ed iscrizione rimborsata. La serata è continuata comunque con il pasta party e l'assegnazione dei premi a sorteggio. Chi ha partecipato alla gara verrà comunque accreditato di 50 punti utili per la classifica finale del circuito Skialp sotto le Stelle e il Sole.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Grande Course, tre elementi alla base del circuito

Il Circuito della Grande Course nel secondo anno di competizioni vuole porre l’attenzione su alcuni elementi che saranno fondamentali nelle gare inserite nel circuito.
La lotta al doping.
Dei controlli anti-doping saranno fatti in maniera sistematica su ciascuna gara. Se questi test anti-doping sono obbligatori per la Patrouille des Glaciers (perché sono organizzati dall’esercito svizzero in territorio elvetico) ciò non avviene per le altre prove. È una  scelta, una decisione, una volontà forte da parte del Comitato, simboleggiata dallo sforzo finanziario che ciò rappresenta, per garantire un sport pulito.
La sicurezza: indumenti più pesanti!
Oltre a tre strati di indumenti obbligatori, al regolamento Grande Course è stato aggiunto uno strato puramente termico. Una giacca marcata 3,5 CLO (che abbia cioè come minimo 100 g di piumino naturale o sintetico per metro quadrato) potrà essere richiesta dagli organizzatori, in base alle condizioni meteo, specialmente al Trofeo Mezzalama, per garantire un minimo di calore. Se le gare di fondo non si corrono con temperature al di sotto dei -19°, in alcuni tratti delle prove della Grande Course ci sono a volte -30° !
Assicurare, a tutti i livelli.
Poiché le nozioni di soccorso e di assicurazione in montagna sono piuttosto sfumate, perché variano a seconda dei paesi, una commissione della Grande Course, in collaborazione con avvocati e con alcune compagnie di assicurazione, sta analizzando le diverse possibilità di cautelarsi. La commissione sta lavorando su un eventuale opzione di assicurazione con la tessera di membro Grande Course che sarebbe totalmente adattata alle esigenze sia in competizione sia in allenamento.


Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Il Nevegal apre agli skialper

Era da molti anni che si parlava di creare un regolamento per lo svolgimento dello sci alpinismo che convivesse con le norme e con le esigenze di un polo sciistico.
Lo scorso anno la Nis, la società che ha in gestione il demanio sciabile, aveva intrapreso la strada per lasciare spazio agli scialpinisti. Anche se con qualche polemica per l'acquisto di un abbonamento per usufruire del servizio, gli sportivi potevano risalire lungo le "faverghere" in libertà. Per questa stagione, da mercoledì 11 gennaio, e per tutti i mercoledì sino alla chiusura degli impianti si potrà risalire lungo la parte bassa della pista illuminata "Coca".
L'idea di massima, oltre alla stesura di un regolamento, è quello di concedere la pista dalle ore 16.30 alle 22. Questo intervallo di tempo sarà diviso in due momenti. Il primo dalle 16.30 alle 20 potrà essere riservato alle squadre o agli allenamenti specifici organizzati sotto la supervisione di un responsabile, mentre il secondo dalle ore 20 alle 22 sarà aperto a tutti sotto la supervisione del Soccorso Piste.
In occasione della "prima" uscita illuminata, oltre a brindare un con buon vin brulè, la Nis illustrerà tutte le modalità del progetto, i futuri sviluppi dello sci alpinismo in Nevegal e i costi dell’abbonamento stagionale e della singola risalita.

Avete qualche consiglio o qualche preferenza per orari diversi?
Dite la vostra! 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

venerdì 30 dicembre 2011

I coltelli secondo Hagan

Non vi piacciono i rampanti tradizionali, oppure volete acquistarne un’unica coppia per più paia di sci? Hagan ha la soluzione. I rampanti Super Grip si adattano a qualsiasi attacco e a qualunque sci, a patto che la larghezza di quest’ultimo non ecceda i 100 mm. Realizzati in acciaio inossidabile, vanno applicati agendo semplicemente su due fasce in velcro. Pesano 412 g la coppia e hanno il vantaggio, una volta rimossi, di occupare meno spazio nello zaino rispetto ai coltelli tradizionali. Il prezzo? Intorno ai 55 euro. www.hagan-ski.com



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Fontana perde il pelo, ma non il vizio di andare forte

Al mattino era impegnato allo Skid Alp Day a Misurina, il pomeriggio passa a prendere i "suoi" ragazzi del Comitato Veneto e via a Piancavallo per la notturna valevole come prova unica di campionato regionale per le categorie cadetti e junior. Visto che si trovava lì ha pensato di rimettere il numero. Chiuderà terzo assoluto, dietro Thomas Martini e Alessandro Piccoli. La cilindrata è sempre quella, classe ne ha da vendere, ha perso qualche capello, ma quelli non servono per andare forte. Che rientri? Pensiamo di no, anche perché quest'anno ha subito una delicata operazione alla schiena, e poi perché questa nuove veste di allenatore del Comitato Veneto lo sta coinvolgendo tantissimo. La passione non gli manca, i suoi ragazzi lo adorano ….

"Ero abituato ad allenare atleti formati, qui invece si tratta innanzitutto di farli innamorare dello scialpinismo, poi crescerli dal punto di vista tecnico e didattico. Il lavoro da fare è completo, i ragazzi non sono ancora maturi, bisogna crescerli e aspettarli, c'è molto da parlare e confrontarsi. In compenso il lavoro è stimolante, ed appagante".

Ieri come sono andati i ragazzi? « La trasferta in terra Friulana si è rivelata ottima portando a casa tre vittorie di categoria con De Silvestro, Facchin e De Min e diversi podi».

Ma questa cadetta che chiude addirittura seconda assoluta a 2' dalla Senik? « Alba De Silvestro è una ragazzina del mio sci club, il Val Visdende, che ha davvero delle grandi potenzialità. Arriva dallo sci alpino, necessita di sciare fuori pista ma la mancanza assoluta di neve sta complicando le cose. In salita va già forte e ieri l'ha dimostrato»
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

giovedì 29 dicembre 2011

Thomas Martini e Jennifer Senik vincono la Piancavallo

Sulle piste del Piancavallo si è appena conclusa la settima edizione della gara in notturna organizzata dalla  Scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera “Val Montanaia” con la collaborazione del Team Montanaia Racing.
Il percorso, anche se ridisegnato per la scarsità di neve, ha impegnato i centosessanta concorrenti per un totale di 410 metri di dislivello positivo diluiti in cinque chilometri.
Martini atleta del Brenta Team ha chiuso la gara in 20.42, in seconda posizione si è classificato Alessandro Piccoli. Sul terzo gradino del podio sale Luciano Fontana, "vecchia" conoscenza dello scialpinismo agonistico e responsabile atletico della squadra del Comitato Veneto. Fontana proprio questa mattina era a Misurina impegnato nell'organizzazione dello Skid Alp Day. Mario Scanu è quarto.
La gara si è decisa nel tratto finale che conduce al Rifugio Arneri, i quattro moschettieri sono saliti alternandosi nel tirare il gruppo. In dirittura finale si sono rotte le alleanze e Martini ancora lucido e con delle pelli velocissime ha staccato il gruppo andando a vincere. 
Per quanto riguarda la gara al femminile la friulana Jennifer Senik festeggia il suo compleanno con una vittoria sulle nevi di casa. La giovanissima Alba De Silvestro è seconda mentre Dimitra Theocharis completa il podio.

Classifica maschile
1. Thomas Martini, Brenta Team, 20.42
2. Alessandro Piccoli, Us Aldo Moro Paluzza, 21.18
3. Luciano Fontana 21.42

Classifica femminile
1. Jennifer Senik, Montanaia Racing, 26.15
2. Alba De Silvestro, Sc Valvisdende, 28.17
3. Dimitra Theocharis, Us Aldo Moro Paluzza, 28.33



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Ecco gli scarponi r3i.biz

Notati tempo fa in fase di sviluppo, ora sono disponibili in veste definitiva. Si tratta degli scarponi r3i.biz, declinati nelle versioni Snowpatroller4 e Snowpatroller3. La prima caratterizzata da 4 ganci e flex 120, più incline al freeride e alla discesa in genere, la seconda forte di 3 leve e flex 105, maggiormente votata allo ski-alp. Entrambi i modelli sono dotati di leva posteriore per il passaggio dalla posizione discesa a quella camminata, inserti per gli attacchini e suole intercambiabili. Queste ultime studiate per il freeride e lo scialpinismo (standard), oppure per lo sci alpino (optional a 35 euro). Snowpatroller4 e Snowpatroller3 sono proposti in offerta lancio a 289 euro. Per acquisti e ulteriori informazioni è possibile consultare i siti www.r3i.biz e www.snowpatroller.org, oppure telefonare allo 0122.811564. Marco Rigat, cuore e mente pulsante della factory di San Sicario, ha inoltre ideato attacchi da ski-alp ultra leggeri e un inedito sistema che permette la pratica del telemark, dello scialpinismo e dello sci alpino con i medesimi materiali.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Skid Alp day, archiviata la prima prova di Misurina

Le giovani leve dello scialpinismo stanno crescendo, attenti skialper, siete stati avvisati.
In un inverno che poco ci fa sorridere, durante una giornata che per qualche ora ci fa credere di aver scelto lo sport giusto, sono i ragazzi dello Skid Alp day che ci ricordano che lo scialpinismo è anche divertimento.
E’ divertimento stare ad ascoltare le spiegazioni per l’uso dell’Artva sotto una fitta nevicata, è divertimento provare per la prima volta a camminare sulla neve senza scivolare indietro, è semplicemente divertimento giocare con la neve!
Questa mattina a Misurina guardando questi ragazzi non si poteva fare a meno di sorridere, una situazione quasi irreale, goffa, con dei nanetti alti poco meno della metà di uno sci che per la prima volta provavano a invertire la direzione della salita. 
Proviamo a pensare se qualcuno di noi di avvicinasse a uno sport con questi presupposti, impossibile! Siamo troppo fieri e orgogliosi. Invece i bambini, eccoli là, tranquilli come se nulla fosse perché è tutto troppo “fico!”
Domani si replica in Val Comelico, lo Spiquy Team, a causa della poca neve ha deciso di spostare il quartier generale della manifestazione. Alle 8.30 il ritrovo sarà al Parco J di Santo Stefano di Cadore e non più a San Leonardo di Candide.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Terza prova circuito Ski Alp sotto le Stelle e il Sole

Prima edizione per questa notturna con partenza in linea alle 19.30 da località Clapey. Abbiamo sentito telefonicamente Thierry Cheney, uno degli organizzatori della tappa di Ollomont, che oggi ha tracciato il percorso. Saranno 600 metri di dislivello su percorso quasi interamente fuori pista con tre salite più una breve di 60 metri con relativi cambi pelle a arrivo in discesa. Attenzione all'attrezzatura obbligatoria che, oltre al casco e la frontale, prevede anche zaino, artva, pala e sonda. Al termine della gara la Proloco di Ollomont assicurerà un ricco pasta party. A seguire le premiazioni delle diverse categorie ed il sorteggio dei premi riservati agli atleti.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Ivo Zulian su tutti alla "Lunagaro"

In ben 220 si sono presentati al via di Lunagaro, la gara in notturna organizzata dallo Ski Team Lagorai facente parte del circuito Dolomiti Sotto le Stelle.
Sono stati Ivo Zulian ed Elena Nicolini i protagonisti, ieri sera, della terza edizione della “Lunagaro”, gara di scialpinismo in notturna organizzata dallo Ski team Lagorai al Passo del Brocon.

In campo maschile, il portacolori dei Bogn da nia ha guidato praticamente tutta la gara, tagliando il traguardo in 27.04. Alle sue spalle, staccato di circa otto secondi e mezzo, l’atleta della Dolomiti Ski alp Alessandro Follador (27.12). Terza piazza per Thomas Trettel dell’As Cauriol (27.25).

Tra le donne netta vittoria dell’azzurra Elena Nicolini, del Brenta team, che ha chiuso con un tempo di 34.50. Al secondo posto, sempre del Brenta team, Emma Menapace, con 36.58. Medaglia di bronzo per Marta Vinante dell’Us Cornacci (39.57).

Trionfo dei padroni di casa, lo Ski team Lagorai, invece, nella classifica per società. Secondo posto per i Favolenze, terzi gli atleti dello Sci Cai Schio.

Gran lavoro per gli organizzatori, che hanno saputo gestire un numero di partecipanti superiore alle aspettative: alla fine, alla partenza si sono presentati oltre 220 atleti. Gli scialpinisti si sono sfidati su un percorso modificato rispetto a quello delle precedenti edizioni: per l’assenza di neve, infatti, non è stato possibile far passare gli atleti sul tracciato stabilito. La gara si è svolta quindi su un percorso di circa sei chilometri, con tre salite e due discese.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

mercoledì 28 dicembre 2011

Millet Tour du Rutor Extreme si aprono le iscrizioni

Dal sito ufficiale www.tourdurutor.com è possibile consultare il regolamento di gara, il programma dettagliato della tre giorni e, da domenica prossima, sottoscrivere la propria registrazione. Le quote di iscrizione (€ 490 Senior e Master - € 340 Junior - € 115 Cadetti) sono da intendersi per squadra e comprendono il pacco gara, due giorni di pensione completa e un giorno di mezza pensione, la possibilità di usufruire del servizio massaggi, la sicurezza, l’assistenza e i ristori lungo i tracciati e il pranzo conclusivo per ogni atleta. La quota di iscrizione per le squadre che non intendono usufruire del pernottamento e del servizio massaggi scendono a € 240, € 150 ed € 50, per le varie categorie.
Le iscrizioni al 16° Millet Tour du Rutor Extrême, tappa della Grande Course, si chiuderanno giovedì 22 marzo 2012, e al modulo compilato in ogni sua parte va allegato un certificato medico di idoneità fisica.
Il programma per l’edizione 2012 del “Tour” estremo tra Arvier, la Valgrisenche, Punta Flambeau e i ghiacciai del Rutor e dello Château-Blanc, prevede una prima giornata tra Mondange, punta Truc de la Seyaz e la “cima Coppi” del Sigaro a 2.780 metri di quota. Sabato 31 marzo, invece, si sale fino alla vetta di Mont Arp Vieille (2.963 metri), per poi proseguire fino al Col Glacier de Morion (3.066 metri), e Camandona del comitato organizzatore conta di poter inserire l’ascesa della testa del Rutor (3486 m.) come nel 2011. Poi la terza giornata sarà quella con il dislivello positivo più significativo, ovvero oltre 2.500 metri. È  il vero e proprio Tour du Rutor, che parte da Planaval nel comune di Arvier e va a toccare il ghiacciaio che dà il nome all’evento.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Vestire La Sportiva

Sci, scarponi, attacchi e pelli non potevano bastare. A Ziano di Fiemme vogliono vivere lo ski-alp a 360°. La Sportiva entra così nel mondo dell’abbigliamento outdoor. In occasione d’Ispo Winter, salone internazionale dell’articolo e abbigliamento sportivi in programma a Monaco di Baviera dal 29 gennaio al 1 febbraio 2012, l’azienda trentina presenterà una collezione dedicata allo scialpinismo in tutte le sue declinazioni: race, grantour e freeride. I prodotti La Sportiva SkiMountaineering saranno disponibili nei negozi specializzati a partire dalla stagione invernale 2012/2013 e si divideranno in gusci antivento, soft shell, capi intermedi e intimo tecnico secondo le linee Fast Forward, capi leggeri elasticizzati con vocazione race, e Performance, indumenti per quanti vivono la montagna in modo meno esasperato. La collezione beneficerà della storica partnership tra La Sportiva e W.L. Gore & Associates: i gusci antivento integreranno infatti le membrane di ultima generazione Gore-Tex Active Shell e Pro Shell. www.lasportiva.com



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Siglato in Friuli un accordo storico per lo scialpinism

Promotur, azienda che opera nei comprensori turistici del Friuli Venezia Giulia, attenta e sensibile all'incremento di consensi dello scialpinismo, ha realizzato una serie di progetti che assicureranno maggiore visibilità ed opportunità per la nostra disciplina. Ha deciso così di offrire, in tutti i poli del Friuli Venezia Giulia, aree dedicate allo scialpinismo organizzato. Oltre a realizzare dei tracciati adibiti soltanto alla salita con gli sci, in ogni località sarà riservata, una volta alla settimana e per tre ore serali, una pista di discesa per la pratica dello scialpinismo.
Non è sola in questo progetto, ma potrà avvalersi della collaborazione di gruppi organizzati, società sportive, rifugi, sezioni Cai che in ogni località hanno trovato la formula adatta per concretizzare il progetto ed attuarlo. In ogni tracciato sarà esposto il regolamento che dovrà essere letto e rispettato. Il fine è quello di garantire la massima sicurezza per chi si muove lungo le piste.
Un progetto pilota, di certo il Friuli è la prima regione in Italia a valorizzare lo scialpinismo in questi termini. L'Austria dal canto suo ha già preso ad esempio questo progetto e si sta muovendo per concretizzare una serie di iniziative che portino a "liberalizzare" lo scialpinismo. Tutti sono certi che questa opportunità avrà anche delle importanti ripercussioni sull'indotto economico. La crescita del nostro sport passa anche da queste iniziative. L'augurio  è che questo accordo non sia adottato solo dall'Austria, ma che anche il resto d'Italia lo recepisca e lo attui in tempi brevi.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Skid alp Tour, domani a Misurina la prima tappa

Le Tre Cime di Lavaredo domani mattina faranno da sfondo alla prima tappa del nuovo circuito didattico/agonistico dedicato ai bambini. La giornata di Misurina inizierà verso le ore 9 con la distribuzione dei materiali e la divisione dei gruppi di lavoro. I ragazzini saranno suddivisi in due gruppi, un gruppo si cimenterà a fare i primi passi con gli sci e le pelli di foca, mentre l'altro sarà alle prese con Artva, pala e sonda. Nel pomeriggio spazio all'agonismo con un breve gara sugli sci. Non vincerà il più forte o chi saprà sciare meglio, vincerà l'atleta più completo, dal momento che i partecipanti dovranno essere veloci anche nella ricerca Artva.
La prima tappa già da qualche giorno ha registrato "sold out", saranno quindi trenta ragazzi con età compresa tra i 10 e 15 anni ad avvicinarsi per la prima volta allo scialpinismo.
La prima avventura di questo giovane circuito è organizzata dalla Cadini Promotion in collaborazione con il Dolomiti ski-alp e il negozio Tuttosport di Longarone.
Il giorno seguente la mini carovana si sposterà in Val Comelico per il secondo appuntamento. Anche lo Spiquy Team, dopo aver portato lo skialp tra le aule scolastiche delle scuole medie ed elementari, ha registrato il tutto esaurito. Il quartier generale sarà in Località "Le Federe" circa un chilometro più a monte dell’originale location di San Leonardo.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

martedì 27 dicembre 2011

Domani Lunagaro al Passo del Broccon

La macchina organizzativa di Santuari e Ceccato è pronta, il percorso è stato leggermente modificato con tre cambi assetto. Lo Ski Team Lagorai ha preparato tre salite rispettivamente di centocinquanta, duecento e venti metri e due discese.
Anche sul Brocon dunque si è lavorato sodo per riuscire a sistemare le piste in vista di questa serata che si presenta all'insegna dello spettacolo.
Obbligatorio l'uso del casco e frontale, accesa! La partenza in linea è fissata per le ore 19.30. Tutti i partecipanti riceveranno un'interessante gadget Montura.
La cena e le premiazioni saranno presso Chalet Heidi. 
Oltre centocinquanta le adesioni pervenute fino a oggi, inoltre ci sarà la possibilità di iscriversi sul campo gara fino a un'ora prima della partenza.

INFO www.skiteamlagorai.it, www.dolomitisottolestelle.it e sergiosantuari@libero.it.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Piancavallo Express, tutto confermato per giovedì

Nonostante la neve scarseggi e nonostante ci siano stati parecchi annullamenti, il team Montanaia Racing in collaborazione con i tecnici di Promotur è riuscito a confermare la gara, anche se con un percorso un po' ridotto.
La partenza sarà come sempre vicino al Palaghiaccio, base operativa per iscrizioni, pasta party e premia
Il percorso salirà lungo la parte bassa della pista Salomon fino alla partenza in discesa della pista Sole (20 metri di dislivello). La prima breve discesa sarà affrontata con le pelli lungo la pista Sole. Questo tratto non tratto è abbastanza semplice, ma si deve prestare attenzione a due rampe per faranno aumentare la velocità. Arrivati alla Busa del Sauc, dopo quaranta metri di dislivello si salirà sulla pista Nazionale fino al Rifugio Arneri, saranno 390 i metri di dislivello.
La discesa, terminata la gara, dovrà avvenire obbligatoriamente in seggiovia.
Gli atleti che intendono partecipare alla gara FISI dovranno presentare il modello 61, altrimenti potranno partecipare alla gara “open”. Il termine per l’invio del modello 61 è entro e non oltre le 20:00 del 28/12/2011.
Dettagli nel sito http://www.montanaiaracing.it/piancavallo-express



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Sicuri in 82 g

Si chiama OZ 22 Ultra Race ed è una delle imbragature più leggere al mondo dedicate allo ski-alp race. Realizzata dalla francese Cilao, specializzata in prodotti ultra light per lo scialpinismo, pesa solamente 82 grammi, basti pensare che la “piuma” Camp Alp 95 si attesta a 95 g, è omologata Ismf (International Ski Mountaineering Federation) ed è corredata di un’unica asola porta materiali lungo il fianco destro. Disponibile nelle taglie S, M ed L, si contraddistingue per l’assenza della classica fibbia di regolazione in metallo, così da risparmiare grammi e garantire un’aderenza pari a una seconda pelle. Quando non utilizzata può essere riposta in una sacca, in dotazione, grande quanto il palmo di una mano. Garanzia di 3 anni. Costa 59 euro. www.cilao.com



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Gli azzurri Follador/Valmassoi vincono a San Vito di Ca

Il Memorial Menegus organizzato dalla Polisportiva Caprioli è partito direttamente dalla centralissima piazza di San Vito di Cadore per raggiungere, dopo 580 metri, il Rifugio Scotter.
Alessandro Follador dello sci club Dolomiti ski-alp ha chiuso con il tempo di 24.41, alle sue spalle il trentino Filippo Beccari (Bela Ladinia) con un ritardo di tredici secondi. Thomas Martini (Brenta Team) è terzo con 25.08.
In campo femminile Martina Valmassoi (Dolomiti ski-alp) ha vinto la gara tagliando il traguardo in 32.33. Completano il podio Federica Osler (Arcobaleno) e Alba De Silvestro.

Classifica femminile
1. VALMASSOI Martina, 1989 DOLOMITI SKI ALP 32'33.7
2. OSLER Federica, 1983 ARCOBALENO 33'15.0
3. DE SILVESTRO Alba, 1995 VAL VISDENDE 33'25.6
4. MORETTI Marianna, 1968 DOLOMITI SKI ROCK 35'48.9
5. MENARDI Linda, 1977 CAI CORTINA 37'10.0

Classifica maschile
1. FOLLADOR Alessandro, 1983 DOLOMITI SKI ALP 24'41.7
2. BECCARI Filippo, 1979 BELA LADINIA 24'54.6
3. MARTINI Thomas, 1981 BRENTA TEAM 25'08.2
4. DA PRA Olivo, 1975 VIGILI FUOCO BELLUNO 25'52.0
5. SCOLA Danilo, 1968 SC LA VALLE 26'09.6



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

lunedì 26 dicembre 2011

Dennis Trento vince a Douse con dedica speciale

Grande successo di partecipazione per la seconda prova del circuito
Sotto le Stelle e il Cielo, con al via ben 125 atleti. E' stata azzeccata senza dubbio la data ma anche il tempo ci ha messo lo zampino regalando  a tutti una splendida giornata di sole.
Altissimo il livello tecnico, si andava da Denis Trento a Gloriana Pellissier  
e Laeitizia Roux agli inossidabili fratelli Fazio.
Partenza dalla piazza del paese su neve riportata, poi su per prati e malghe
per 1.100 metri che tolgono il fiato.
Bella vittoria per il Cs Esercito del neo papà Dennis Trento che dedica alla piccola Severine la vittoria. Secondo posto ancora appannaggio del Cs Esercito grazie all'ottima prestazione di Francois Cazzanelli staccato di 3'. Sul terzo gradino del podio lo junior dell'Asiva Nadir Maguet autore di una prova maiuscola .
In campo femminile Laetizia Roux ha condotto gara a sé andando a chiudere in quarta posizione assoluta vincendo su Gloriana Pellissier sempre del Cs  
Esercito e Cristiane Nex del Corrado Gex.

Classifica maschile

1. Denis Trento 55.10
2. Francois Cazzanelli 57.57
3. Nadir Maguet 59.32

Classifica femminile

1. Laetizia Roux 59.51
2. Gloriana Pellissier 1.05.21
3. Cristine Nex 1.12.25
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Scarpa in rosa

Può essere considerato la declinazione in chiave rosa del modello Rush, il cui test è pubblicato sul numero 81 di Ski-alper, con il quale condivide gran parte delle tecnologie costruttive. Ottimizzato per la morfologia del piede femminile, è dotato di suola in gomma Vibram della serie Cayman con scanalature sia verticali sia orizzontali per aumentare il grip su ghiaccio e neve compatta. Lo scafo è in plastica riciclabile Pebax Rnew, un mix di poliammide e polietere, e presenta, lungo il gambetto, un sistema di ventilazione per contenere la sudorazione. Dotato di scarpetta termoformabile, ha una chiusura a 3 ganci cui si aggiunge la fascia in velcro superiore. Pesa 1.280 g ed è disponibile nelle taglie da 22,5 a 28 MP. Costa 429 euro.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

domenica 25 dicembre 2011

Per Asiva è tempo di test

La scorsa settimana, nella splendida cornice di Saint Barthélemy nel comune di Nus in Valle d'Aosta, la squadra di skialp del comitato Asiva composta dalla junior Alessandra Cazzanelli e la cadetta Giorgia Dallazanna con i due junior maschili Stefano Stradelli e Nadir Maguet, è stata ospite della società Sit, gestrice delle piste di sci nordico locale, per effettuare un test atletico di valutazione funzionale sotto la supervisione del dott. Benzio di Torino.
Su di un tracciato con sviluppo complessivo di 650 metri linerari e dislivello in salita di poco superiore ai 100 mt, preparato dall'esperto gattista Fabrizio Lombard secondo le richieste del tecnico Asiva Alessandro Plater, gli atleti, effettuato il riscaldamento, lo hanno percorso per 5 volte a testa, aumentando progressivamente il ritmo tra una frazione e l'altra, terminando con l'ultima frazione "a tutta!".
Ottime le sensazioni e la condizione di ciascuno; i ragazzi hanno espresso grinta, tecnica e buona gestione delle forze ed il test è stato superato brillantemente da tutti. Un buon auspicio per i prossimi appuntamenti tra cui l'imminente prova di selezione per la squadra nazionale del 7 gennaio 2012 a Tartano.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Le notturne della settimana


Si inizia mercoledì 28 dicembre al Passo Brocon in Trentino con il tradizionale appuntamento del Lunagaro, valevole come prova del circuito Dolomiti Sotto le Stelle, organizzato dallo Ski Team Lagorai. Partenza in linea alle 19.30 su tracciato che prevede una salita e una discesa totalmente in pista con dislivello positivo di 450 metri. Obbligatorio l'uso del casco e della frontale.

Giovedì 29 dicembre ci si sposta in Friuli per la Piancavallo Express, notturna organizzata dal gruppo Montanaia Racing, quest'anno prova unica di campionato regionale per junior e cadetti.  Il percorso si svilupperà interamente in pista con tre salite e due cambi pelle per un dislivello positivo di 600 metri. Informazioni complete sul sito www.montanaiaracing.it
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

sabato 24 dicembre 2011

Tempi moderni con Garmin

Avete delle vecchie carte topografiche personalizzate in formato cartaceo? Vorreste crearne di nuove in base ai vostri itinerari scialpinistici, ma vi dissuade dall’impresa il pensiero di estrarre i preziosi e fragili “manufatti” sulla neve, magari mentre imperversa la bufera? Niente paura. L’ostacolo è aggirabile grazie a Garmin. L’applicazione CustomMaps consente di scansionare le mappe cartacee salvandole nella memoria dei GPS Garmin, ottenendo una cartografia topografica digitalizzata. Il banco di prova più duro per quest’innovazione sarà il tentativo di prima invernale al Nanga Pàrbat da parte dell’alpinista bergamasco Simone Moro, che a gennaio tenterà di violare gli 8.125 metri della vetta himalayana affidandosi alle mappe cartacee giapponesi della regione. Ovviamente digitalizzate con CustomMaps. www.garmin.it



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Auguri dalla redazione

E’ da ieri che penso a cosa poter scrivere a nome di tutta la redazione per gli auguri di Natale. Non è una cosa semplice. “Che il Natale porti nelle vostre famiglie... Che possiate trovare sotto l’albero un metro di neve... Serenità e felicità...” 
No, assolutamente no! Impossibile scrivere delle frasi così! Non è nel mio carattere, io che sono allergico a tutte queste forme preconfezionate di Natale. 
Solo che non è una cosa semplice, e quando ero quasi rassegnato all’idea di un biglietto da cioccolatino c’è stata l’illuminazione!
Dopo una giornata sugli sci con i “cugggini” dell’Ovest a giocare sul marmo spazzati dal vento, mi sono ritrovato alla Brasserie di Gressoney. La Brasserie da Patrick è un luogo culto per gli intellettuali del libero scivolare sulla neve. Per caso guardando sopra al banco ho notato un foglietto. In quel preciso istante ho trovato il nostro augurio per tutti gli skialper.

Vi auguriamo che il vostro inverno duri un anno interno!

Adesso chiudete gli occhi, prendete le pelli, iniziate a sciare. Respirate a pieni polmoni...sentite il profumo della neve? Buon Natale!



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

venerdì 23 dicembre 2011

Babbo Natale per gli azzurri

Babbo Natale ieri ha fatto visita ai due tecnici Oscar Angeloni e Nicola "Lillo" Invernizzi. Niente slitta, niente renne, Babbo Natale è arrivato a bordo di due furgoni targati Fisi che serviranno per le trasferte e per gli allenamenti degli azzurri.
Buon Natale ragazzi!



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Heiner Oberrauch si racconta per Ski-alper

Siamo saliti in Val Senales in una giornata di neve e bufera per realizzare l'intervista con Heiner Oberrauch, presidente del gruppo Oberalp e grande appassionato di scialpinismo. Ecco alcune immagini della giornata. Potete leggere questa esclusiva intervista sul nuovo numero di Ski-Alper in edicola.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Piuma da scavo

Scavare con una piuma. O meglio, con la pala Atk Race Carbon. Accreditata di un peso inferiore a 250 g, è caratterizzata dalla possibilità di smontare la benna in fibre composite, riponendola in modo che agisca come paraschiena durante il trasporto. Costruita e omologata secondo i regolamenti ISMF (International Ski Mountaineering Federation) sopporta un carico massimo di oltre 100 kg nel punto di giuntura tra manico in alluminio e cucchiaio. Costa 124 euro ed è corredata di sacca impermeabile. Per completare il kit di sicurezza in chiave “super light” può essere abbinata alla sonda Carbon, sempre by Atk Race, dal peso di 110 g (80 euro). www.atkrace.com



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Seconda prova circuito Sotto le Stelle e il Sole

Appuntamento a Doues in Val Pelline a due passi da Aosta con un tracciato particolarmente spettacolare grazie alle abbondanti nevicate dei giorni scorsi .
Attualmente Cristian Bredy, raggiunto al telefono, ci comunica che con
tutta probabilità si riuscirà a partire dalla piazza di Planavilla dove ci
sono 40 cm di neve, mentre in quota il manto nevoso sfiora i 2 metri.
Percorso interessante e di tutto rispetto con quasi 1.300 metri di
dislivello, naturalmente in chiaro con partenza fissata per le ore 9.00.
Niente di meglio per smaltire i panettoni...Per info e iscrizioni www.skialp.it
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Pitturina il 29 gennaio si assegna il tricolore

Ieri sera a Candide (Val Comelico) in provincia di Belluno si è tenuta la presentazione ufficiale della quarta edizione della Pitturina Ski Race, prova di Coppa Italia in programma domenica 29 gennaio. 
Michele Festini, coordinatore del Comitato Organizzatore nel suo intervento ha sottolineato i numeri della Ski Race, in tre edizioni i partecipanti sono passati da 53 a 107. Un aumento del 100% dovuto all’inserimento nel circuito di Coppa delle Dolomiti nel 2010, ma anche dalla qualità organizzativa.
Lo Spiquy Team sarà impegnato sulla neve già il 30 dicembre per l’organizzazione della seconda prova dello Ski’d Alp Tour per far conoscere ai ragazzini dai 10 ai 13 anni lo scialpinismo.
Il Tour sarà ospitato da cinque località, Misurina, Val Comelico, Nevegal (Ponte nelle Alpi), Valdobbiadene e Falcade. In questi giorni, a seconda delle condizioni meteo sarà confermata o meno la prova del Nevegal.
La formula del tour è semplice: far indossare, magari per la prima volta, gli sci da scialpinismo e dare le prime nozioni sull’uso dell’Artva, della sonda e della pala. 
Tornando alla Pitturina ll Comitato Organizzatore in questi anni ha lavorato a stretto contatto con i cugini austriaci di Kartitsch per far crescere il carattere transfrontaliero della competizione.
«Con gli amici di Kartitsch - ha detto il sindaco di Comelico Superiore, Mario Zandonella - stiamo studiando dei progetti che possano essere inseriti in una programmazione Interreg Italia-Austria». Il sindaco austriaco, Josef Aussrlechner, ha confermato la propria disponibilità soprattutto se la Pitturina diventasse prova di Coppa del Mondo. «Sinceramente sono un po’ invidioso di come state lavorando - ha detto il sindaco - in questi anni abbiamo notato una grande professionalità che nelle nostre organizzazioni talvolta scarseggia. Il nostro impegno sarà quello di appoggiarvi nelle varie sedi istituzionali per portare avanti questo progetto Interreg soprattutto in vista di una possibile candidatura per ospitare una prova di Coppa del Mondo».
La serata si è conclusa con la spiegazione del tracciato da parte della guida alpina Michele Zandegiacomo. «Purtroppo, ha detto Zandegiacomo - pensavo di venire qui e illustrarvi il tracciato con delle foto aggiornate, invece la mancanza di neve non ci ha permesso di salire in quota con gli sci. Il percorso, proprio seguirà le indicazioni dei regolamenti della Fisi, quindi, rispetto alla passata edizione sarà leggermente più corto e con un dislivello minore».
 
Calendario Ski’d Alp Tour
 
MISURINA 29 dicembre 2011
VALCOMELICO 30 dicembre 2011
PONTE NELLE ALPI/NEVEGAL 31 dicembre 2011
VALDOBBIADENE 8 gennaio 2012
FALCADE 15 gennaio 2012


Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

In Norvegia con Gore-Tex

Gore-Tex Experience Tour 2012. Ovvero tre giorni di scialpinismo in Norvegia, in compagnia di alcuni dei massimi esperti del profondo Nord. L’iniziativa offre la possibilità a sei fortunati vincitori provenienti da tutta Europa di incontrarsi dal 5 al 9 marzo 2012 a Romsdalen, nel Paese dei fiordi, per un’intensa esperienza sulle nevi scandinave. Il team avrà due guide d’eccezione quali Halvor Hagen, tra i “locals” più celebri, e Matti Bernitz, fotografo di fama internazionale. Per candidarsi è sufficiente accedere alla pagina ufficiale Gore-Tex Outdoor Products su Facebook e seguire il link Gore-Tex Experience Tour (http://www.facebook.com/GORETEX.OutdoorProducts?sk=app_4949752878) segnalando le proprie motivazioni. Gli utenti Facebook potranno così votare il loro candidato preferito. Vinceranno quanti avranno ottenuto il punteggio più alto, decretato attraverso un criterio che tiene conto sia dei voti popolari sia delle preferenze espresse da una giuria. Candidature aperte sino al 17 gennaio. Si vota fino al 24 gennaio. www.gore-tex.it



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

In Norvegia con Gore-Tex

Gore-Tex Experience Tour 2012. Ovvero tre giorni di scialpinismo in Norvegia, in compagnia di alcuni dei massimi esperti del profondo Nord. L’iniziativa offre la possibilità a sei fortunati vincitori provenienti da tutta Europa di incontrarsi dal 5 al 9 marzo 2012 a Romsdalen, nel Paese dei fiordi, per un’intensa esperienza sulle nevi scandinave. Il team avrà due guide d’eccezione quali Halvor Hagen, tra i “locals” più celebri, e Matti Bernitz, fotografo di fama internazionale. Per candidarsi è sufficiente accedere alla pagina ufficiale Gore-Tex Outdoor Products su Facebook e seguire il link Gore-Tex Experience Tour (http://www.facebook.com/GORETEX.OutdoorProducts?sk=app_4949752878) segnalando le proprie motivazioni. Gli utenti Facebook potranno così votare il loro candidato preferito. Vinceranno quanti avranno ottenuto il punteggio più alto, decretato attraverso un criterio che tiene conto sia dei voti popolari sia delle preferenze espresse da una giuria. Candidature aperte sino al 17 gennaio. Si vota fino al 24 gennaio. www.gore-tex.it



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

giovedì 22 dicembre 2011

Mountain Attach alle porte

E' iniziato il conto alla rovescia per la 14° edizione della Mountain
Attach, la massacrante gara Austriaca sui terribili muri di Saalbach in programma quest'anno il 13 gennaio.
Già 634 iscritti su 800 posti, limite questo fissato dall'organizzazione, motivo per cui è ben soddisfatto il patron Roland Kurtz che annuncia anche altre novità per quest'anno.
Confermati i percorsi di 3000 e 2000 metri per attaccare il primato che
appartiene ancora al nostro mitico Guido Giacomelli con 2h 27'36".
Per i populaire invece sarà durissima avanzare sui terribili muri dello
Schattberg, consigliamo di affilare per bene i coltelli in vista soprattutto della prima e della seconda salita, ma attenzione alle discese, a Saalbach piacciono le gobbe.
Per maggiori informazioni www.mountain-attach.at
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Ski-alper numero 81 in distribuzione

Ci siamo, è pronta la seconda uscita stagionale di Ski-alper. Questo numero abbiamo deciso di andare in bianco e... in discesa, dopo la copertina 'black' e in salita del mese scorso. L'immagine è del fotografo austriaco Klaus Kranebitter.
Anche questo secondo numero è ricchissimo di contenuti. A partire dalla seconda session di test, con 18 modelli di scarponi da meno di 700 grammi a oltre due chilogrammi di peso. ma anche la prova sul campo dei migliori attacchini Race e il confronto all'americana tra il Diamir e il Marker per gli sci larghi da freeride mountaineering.
Alcuni servizi assolutamente da non perdere: monografia sull'Alpago, viaggio sulla Majella, 12 itinerari Easy per aprire la stagione.
Ma soprattutto l'esclusiva intervista a Sylvain Saudan realizzata a Chamonix da Umberto Isman, oppure la gita-chiacchierata in Val Senales con Heiner Oberrauch, 'boss' del gruppo Oberalp.
Per la sezione racing approfondimento sul Gruppo Sportivo Esercito, tutte le prime gare di stagione, family-portrait delle tre generazioni di Boscacci, interviste a Invernizzi e Canclini, lo sci club Bogn da Nia.
Da non perdere, insomma!



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Necessaria modifica tecnica degli attacchi Radical

Per garantire la massima qualità dei suoi prodotti, DYNAFIT li sottopone a test periodici. Nel corso di una serie di test abbiamo rilevato la necessità di una modifica tecnica per l’utilizzo dei nostri attacchi della serie RADICAL.
I seguenti attacchi potrebbero essere coinvolti:
RADICAL ST, RADICAL FT, RADICAL SPEED E RADICAL RENTAL / TEST

La necessaria modifica tecnica si riferisce al perno che impedisce la rotazione verso sinistra della talloniera in posizione di salita. Si tratta di una misura tecnica che non ha alcuna rilevanza per la sicurezza. Nell’ambito della modifica tecnica il perno è stato sostituito con un nuovo perno speciale per escludere la possibilità di danni all’alloggiamento meccanico. Il danno potrebbe essere causato da un colpo particolare che si verifica molto raramente, con probabilità di danni dello 0,003%. Anche nel caso improbabile di un danno all’alloggiamento meccanico non sussiste alcun rischio per la sicurezza, poiché l’attacco continua a funzionare senza problemi in tutte le posizioni DIN.

In via precauzionale invitiamo chi utilizza uno dei suddetti attacchi RADICAL a mettersi in contatto con un rivenditore o con una sede DYNAFIT per sottoporre l’attacco a un test preventivo ed eseguire la necessaria modifica tecnica. I nostri rivenditori sono stati informati e debitamente istruiti per essere in grado di offrire, dalla prima settimana del 2012, una soluzione veloce per eliminare al 100% il rischio di danni.

Per eventuali domande potete contattare l'azienda sulla pagina Facebook www.facebook.com/dynafit, all'indirizzo email: info@dynafit.it o al numero di telefono 0471/242900.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Sellaronda gia' 250 coppie iscritte

I Sellarondisti hanno iniziato la propria “corsa” lo scorso 5 dicembre, data di apertura delle iscrizioni, che rimarranno aperte fino al 31 gennaio 2012. Appena aperto il sito c’è stata una bella volata, con 200 iscritti attestati dopo qualche ora, e ad oggi se ne contano più di 500, e cioè oltre 250 coppie. Per questa edizione sarà possibile iscriversi con un po’ più di tranquillità visto che il limite massimo di concorrenti è stato alzato a 500 coppie, una novità fortemente voluta dagli organizzatori e resa necessaria dalla sempre numerosa “ondata” di richieste.
Le iscrizioni possono essere effettuate sul sito web della manifestazione www.sellaronda.it dove sarà anche consultabile la lista degli iscritti in ordine alfabetico.
La quota di partecipazione è di 100€ a coppia, che oltre a dare diritto al pacco gara e ad altri servizi regalerà ai partecipanti il gadget tecnico 2012, lo speciale Zaino Race personalizzato con il logo della Sellaronda Skimarathon e realizzato da Dynafit.
Come detto, i 1.000 scialpinisti della Sellaronda Skimarathon partiranno il 10 febbraio alle 18,00 da Corvara (a 1.535 m/slm) e, armati di frontalino, sci e pelli faticheranno lungo i 42 km del percorso. Lo start dalla località della Val Badia è entrato nella storia perché nel 2008, quando la partenza era stata appunto da Corvara, si era registrato il record della gara con 3h15’’07’’, centrato dalla coppia formata da Hansjörg Lunger e Guido Giacomelli. Chissà che per il 2012, vista l’identica “congiuntura”, il primato non venga eguagliato o addirittura migliorato, di certo gli ski-alper dovranno dar prova di forza e di grande resistenza in salita, soprattutto su quella finale del Dantercepies in Val Gardena, la più ripida e selettiva dell’intera competizione.
Oltre al suggestivo percorso, a fare da richiamo ci sono anche i ricchi premi della Sellaronda Skimarathon, con un montepremi in denaro che ammonta a 15.000€.
Per immergersi in anticipo negli scenari della Sellaronda Skimarathon 2012 è disponibile online il “3D Track”,  il video con grafica tridimensionale che mostra passo per passo il percorso, raccontandolo in un efficace “riassunto” visivo di circa 3’.
La Sellaronda Skimarathon è curata dal comitato organizzatore presieduto da Oswald Santin, con cui collabora lo Ski Team Fassa ed un nugolo di volontari delle quattro vallate ladine.


Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Primo appuntamento per la Pitturina Ski Race

Questa sera alle 18 nella sala della Regola di Candide in provincia di Belluno si terrà la consueta presentazione della Pitturina Ski Race in programma il 29 gennaio.
La quarta edizione della Ski Race è valevole come prova unica di Campionato Italiano a squadre e vedrà contendersi il titolo tricolore i migliori interpreti della disciplina. 
La gara che si corre tra le montagne della Val Comelico è inserita nei circuiti "Coppa delle Dolomiti" e "Coppa Italia".
La serata voluta dallo Spiquy Team apre ufficialmente il calendario degli eventi collaterali collegati alla Pitturina. Nel corso della presentazione saranno illustrati tutti gli appuntamenti in programma dalle festività natalizie sino a domenica 29 gennaio. 
Insieme al Comitato Organizzatore interverranno il sindaco di Comelico Superiore, Mario Zandonella, il presidente del Comitato Veneto della Fisi, Roberto Bortoluzzi, Oscar Angeloni, direttore tecnico della squadra azzurra di scialpinismo, il presidente del Bim Giovanni Piccoli e il delegato del Soccorso Alpino Bellunese, Fabio Rufus Bristot. 

La Pitturina sin dalla prima edizione si avvale della collaborazione dei cugini austriaci d'oltre confine, a Candide sarà presente il sindaco di Kartitsch. «Con le istituzioni austriache - ha detto Michele Festini Purlan - stiamo cercando di intraprendere una strada comune con un progetto Interreg Italia-Austria». 

Per quanto riguarda l'aspetto tecnico Michele Zandegiacomo, direttore di percorso, spiegherà, con l'ausilio di una mappa tridimensionale, il percorso che assegnerà i titoli tricolore.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Poker light

4 leve e peso contenuto. Ecco i punti salienti dello scarpone grantour Garmont Cosmos per la stagione 2012/2013. Realizzato in Grilamid, polimero idrorepellente insensibile agli sbalzi di temperatura e resistente agli urti, è dotato di chiusura a 4 ganci e nervature di rinforzo lungo scafo e gambetto. Le leve ricavate derivano dal noto 'fratello' Radium, punta di diamante della precedente gamma a 4 ganci. Rispetto a quest’ultimo il meccanismo ski-walk, anziché a sbalzo, è incassato lungo il retro del gambetto, a tutto vantaggio della protezione dagli urti, laddove il peso scende da 1.790 a meno di 1.500 g (taglia 27,5 MP). Inediti gli inserti ammortizzanti in poliuretano espanso a livello dell’intersuola, funzionali sia a livello termico sia quanto ad assorbimento delle vibrazioni, così come la scarpetta termoformabile al 100% e la suola Vibram in gomma a doppia densità estesa anche lungo l’arco plantare: una soluzione che favorisce il grip nelle fasi di camminata. Cosmos rappresenta una decisa evoluzione rispetto al passato, non solo in termini di leggerezza, per la gamma di scarponi a 4 ganci Garmont.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

mercoledì 21 dicembre 2011

Da gara, ma non sempre tutto d’un pezzo

Una tuta da competizione è quanto di più simile a una seconda pelle. Per questo, nella maggior parte dei casi, si tratta di un capo intero. Non sfugge a tale consuetudine la professionale Dynafit Dy.N.A. Racing Dry Suit caratterizzata da passamontagna, collo alto e guanti antivento integrati. Forte di tasche frontali per riporre le pelli e scomparto pettorale per l’Artva, pesa 680 g, costa 300,00 euro ed è disponibile nelle taglie da 44/XS a 54/XXL. Molti, però, anelano a un comfort termico superiore e ad una maggiore modularità. Ecco allora che Dynafit propone una soluzione racing meno estrema, basata su di una giacca con cappuccio elastica ed aderente, completa di tasche frontali per le pelli, e pantalone stretch di media pesantezza con tasca posteriore per le barrette energetiche. Entrambi i capi della linea Dynafit Movement sono lievemente felpati internamente, costano 200,00 euro e sono disponibili nelle taglie da 46/S a 54/XXL. Il peso del completo si attesta a 885 g (+205 g rispetto a Dy.N.A. Racing Dry Suit). Nel dettaglio, la giacca pesa 465 g, il pantalone 420 g. www.dynafit.it



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Attenti! Riposo! In caserma con gli atleti

Il secondo numero della rivista da domani sarà in edicola, questa è una piccola anteprima di quello che leggerete.

«Siamo stati una giornata intera con loro, dormendo in caserma a Courmayeur, condividendo ogni momento della giornata. Mi aspettavo una « fabbrica di motorini», dove tutto fosse finalizzato alla prestazione agonistica. Ne esco invece con una visione diversa…»



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

E' nata Severine Trento

In nottata Fabienne Chanoine, moglie di Dennis Trento,  ha dato alla luce la piccola Severine. Stanno tutti bene, dalla redazione di Ski-alper congratulazioni a mamma Fabienne e papà Dennis.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

martedì 20 dicembre 2011

Assegnati i Campionati Italiani Vertical e Staffetta

Dopo l'annullamento delle gare in programma a Piancavallo il 7 e 8 gennaio, i Campionati Italiani Vertical e Staffetta saranno recuperati il 9 e 10 marzo in occasione del La Stralunata. La gara dell'Aprica viene spostata dal 2 febbraio al 9/10 marzo.



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Martina Valmassoi prova il nuovo rampone Camp

Con la scusa di un allenamento in quota approfittando delle ultime nevicate in Dolomiti, Martina Valmassoi è andata, insieme a Luca Dalla Venezia (Tuttosport Longarone), a provare i nuovi ramponi della Camp 290.
I ramponi seguono una nuova concezione, non hanno la classica levetta posteriore di chiusura, ma sono dotati di due piccoli perni per l’aggancio sul tallone “clip-in”. Questo sistema, adatto agli scarponi con l’inserto metallico Dynafit, è esclusivo e brevettato da Camp.
L’altra novità è nella fettuccia in dynema al posto dell’astina in metallo. Grazie al dynema, nella calzata non c’è differenziazione tra scarpone destro e sinistro.
«Mi sembra che siano molto pratici». Ha detto l’azzurra. «Nel modo race - ha continuato la Valmassoi - c’è molta curiosità per la fettuccia che sostituisce l’astina in metallo. All’inizio, l’impressione era quella di dover essere molto precisi per calzare il rampone, invece durante il test abbiamo visto che le operazioni di calzata sono molto semplici. Inoltre potendoli ripiegare su se stessi lo spazio che occupano è veramente minimo». 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Doppio rinvio per domani 21 dicembre

Ancora due rinvii in questa stagione ormai al limite della sopportazione.  

Revolution - Lizzola: A causa della scarsità di neve gli organizzatori hanno preferito rimandare a data da destinarsi la gara di ski-alp in notturna REVOLUTION  - 1^ prova valida per il circuito "Sci e Luci nella notte" - prevista per il 21 dicembre.Il primo appuntamento del circuito, neve permettendo,  sarà dunque a Borno il prossimo 28 dicembre.

Via del Bosco - Alpe Cermis a Cavalese: stessa sorte per questa notturna in Val di Fiemme, quarto appuntamento del Dolomiti Sotto le Stelle.  "LA VIA DEL BOSCO" non è praticabile causa la scarsità di neve, stessa cosa dicasi per la parte bassa della pista Olimpia III. Gli organizzatori stanno studiando una data per il recupero senza creare sovrapposizioni. Prossimo appuntamento con il Dolomiti Sotto le Stelle mercoledì 28 dicembre al Passo del Brocon con la 3^edizione di Lunagaro.


 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Tre Rifugi, un tuffo nel passato

Si svolgerà domenica 18 marzo 2012 la sessantesima edizione della ‘Tre Rifugi’, gara internazionale di scialpinismo. Il Comitato Organizzatore, presieduto dal Prof. Teresio Sebastiano Sordo, continuerà a impegnarsi nel segno della tradizione, puntando sull’internazionalità di una manifestazione che vanta oltre mezzo secolo di storia: «Ringrazio tutti i collaboratori – afferma il Prof. Sordo – per la fiducia e per il grande impegno profuso nell’organizzazione di un evento che è motivo di orgoglio e vanto della storia valligiana del Monregalese».
«Per festeggiare nel migliore dei modi questo storico traguardo – dichiara il direttore tecnico Giorgio Colombo – il C.O. ha deciso di organizzare una manifestazione 'ad hoc'. Nella giornata di sabato 17 marzo verrà proposta la 'Tre Rifugi, ora come allora' che vedrà gli atleti impegnati con le attrezzature che negli anni hanno scritto la storia della manifestazione. L'evento principale, che si svolgerà nella giornata di domenica, è inserito nel circuito ufficiale ISMF e verrà proposto per la prima volta come gara individuale. Una scelta che porta a una migliore valorizzazione degli atleti, oltre che una maggiore semplicità organizzativa ed un incremento dei partecipanti soprattutto tra i giovani».



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

lunedì 19 dicembre 2011

Da domani si aprono le iscrizioni al Pierra Menta

La 27^ edizione del Pierra Menta si svolgerà dal 15 al 18 marzo 2012 e, come confidato dal patron Guy Blanc, dovrebbero organizzare una Pierra solo per gli italiani, tante infatti sono le iscrizioni che giungono all'organizzazione francese. Dal domani 20 dicembre saranno aperte dunque le iscrizioni a questa epica manifestazione di scialpinismo d'oltralpe. L'iter prevede una registrazione al sito, quindi vi verrà fornito un codice che dovrà essere utilizzato per perfezionare l'iscrizione. Solo a gennaio poi vi verrà comunicato se la squadra è stata accettata o meno. In bocca al lupo a tutti, sperando siano state aumentate le quote assegnate agli italiani, che non saranno mai sufficienti e non placheranno le polemiche, ma non per questo si rinuncia a provarci!
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

«Per ora lavoro dietro le quinte»

In Valseriana le condizioni sono veramente quelle che sono; sci fuori pista impraticabile, impianti praticamente chiusi, a meno di qualche pista su cui da pochi giorni, grazie alle temperature che si degnano di essere invernali, si riesce a sparare un poco di neve artificiale.  
L’unica località dove si riescono a calzare gli sci, è il Monte Pora, e così quasi tutto il mondo dello ski-alp race della bergamasca si trova a risalire l’unica pista, per ora accessibile, senza dover mettere troppi cerotti alle solette a fine giornata.
E fra questi assetati di velocità, chi ti incontro? Pietro, il Lanfra, sempre sorridente e senza barba sembra quasi un adolescente.
Prima, di rito, due parole sulle rispettive mogli, entrambe felicemente in dolce attesa.
Poi, come non cercare di capire come sta il "nostro" Pietro e quali programmi ha per il rientro? Niente da fare però, a sentir lui la forma è ancora lontana e il primo debutto con un pettorale ancora non è scritto. Alla gara in notturna di Lizzola, mi dice infatti che la sua intenzione è partecipare da spettatore, portandosi su “il vecio” per fare un po’ di tifo.
A sentire invece il suo entourage, amici comuni con cui ci facciamo anche due risate a sentirlo sempre così modesto, il Pietro si sta solo nascondendo dietro il cantiere di un metodico piano di recupero per un rientro che, tutti, sappiamo non potrà che essere esplosivo. A Borno, forse, o in Valtartano? Vedremo, lui per il momento proprio non si sbilancia!



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

domenica 18 dicembre 2011

Matteo Eydallin si impone al Memorial Manzon

A Sauze d’Oulx si è disputato il “1° Memorial Roberto Manzon”, gara di sci alpinismo in notturna, prima tappa del circuito "Sotto le stelle e il sole". Partenza da piazza III° Alpini con salita da Campetto Clotes (1600 metri) sino al Monte Rocce Nere (2465 metri) e rientro sul traguardo di Campetto Clotes. Solo 64 gli atleti al via, complice la nevicata che ha paralizzato la Val d'Aosta. Vittoria come da pronostico del valsusino Matteo Eydallin, azzurro del Centro Sportivo Esercito, davanti al portacolori della squadra del Comitato FISI-AOC, Filippo Barazzuol e Marco Moletto dello Ski Avis Borgo. Nella gara femminile a segno la valdostana Gloriana Pellissier del Centro Sportivo Esercito, che chiude in undicesima posizione assoluta.
Da segnalare la grande prova dello junior di Torgnon Nadir Maguet che chiude quarto assoluto  aggiudicandosi la classifica giovani. Ottima performance dell'allenatore Asiva Alessandro Plater che chiude in quinta posizione.   
Prossimo appuntamento con il circuito Sotto le Stelle e il sole lunedì 26 dicembre a Doues.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

La 29^ Trascavallo si correrà in due giorni

La Transcavallo in programma il 18 e 19 febbraio si disputerà su due giorni, una novità assoluta, testata in occasione dei Campionati Italiani del 2010, e che ritorna dopo l’esperienza della Coppa del Mondo dello scorsa edizione. Una due giorni che ricalca il modello della mitica Pierra Menta con l’introduzione di una competizione dedicata ai giovani, articolata anch’essa su due giorni.
La gara bellunese in questi giorni ha portato avanti una partnership con il marchio Mammut, un sodalizio che innalzerà il livello qualitativo della manifestazione.

«Saranno dei percorsi molto tecnici». Ha detto Vittorio Romor, presidente dello Sci Club Dolomiti ski-alp. «In questi ultimi anni - ha continuato Romor - solo le gare tecniche non hanno accusato crisi in fatto di partecipazione di concorrenti. Per quanto riguarda l’aspetto organizzativo è dal 2009, quando abbiamo organizzato gli Europei che il nostro staff e i nostri volontari sono abituati a lavorare su più giorni, quindi non penso ci siano particolari problemi».
I campi di gara si divideranno tra il versante Ovest del Guslon, il Cornor e la Val Salatis. Oltre alla conferma della salita lungo il canale che ha reso famosa la Transcavallo, il prossimo febbraio si affronterà per la prima volta il versante est del monte Cornor.
La prima tappa avrà un dislivello di sola salita di 1740 metri diluiti in poco più di quindici chilometri, mentre la prova conclusiva avrà un dislivello maggiore, 1923 metri positivi, ma lo sviluppo sarà pressoché lo stesso.
Il primo giorno si passerà per Cima Vacche, per Val de Piera, per il Rifugio Semenza, per il Versante Est del Cornor e in fine per il Guslon.
La tappa del 19 febbraio si correrà tra Cima Vacche, il Guslon, la Val Salatis, passando per il Casone Campitello, per il Canalino delle Placche, e per la Vallazza. Infine attraverso il Troi de l’Ors gli atleti ritorneranno sui pendii del Guslon per andare a tagliare il traguardo.


Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

Kilian e Mireia vincono in Spagna

Sabato in Spagna e precisamente sulle montagne della Pobla de Segur si è corso il Campionato spagnolo Vertical.
I concorrenti si sono dovuti difendere dalle temperature rigide, -9°, e dal forte vento che superava i 50 chilometri orari, portando così la temperatura percepita a -25°.

Proprio per questi motivi gli organizzatori hanno deciso di far disputare la gara lungo un percorso ridotto di 450 metri.
 
Classifica Maschile
1. Jornet Burgada Kilian Club Poliesportiu Puigcerda 19:30.8

2. Pinsach Rubirola Marc Colla Excursionista Cassanenca 20:33.8
3. Caballero Ortega Miguel Montaña Guardia Civil 20:44.7
4. Roig Iglesias Óscar Centre Excta. De Lleida 20:53.5
5. Cardona Coll Nil Ski Club Camprodon 21:09.9
 
Classifica Femminile
1. Miró Varela Mireia Unio Excursionista De Cataluny 23:38.8
2. Riba Carlos Marta Club D'esqui La Pobla De Segur 26:23.2
3. Fargues Gimeno Maria C.E.Pedala.Cat Balaguer 27:18.6
4. Martín De La Iglesia Maribel Selección Madrileña-Clubtierra 27:35.1
5. Comet Pascua Anna Unió Excta. Vic 27:37.6
 
Under 23. 
1. Naila Jornet (CP Puigcerdà), 2. Katty Ozaeta (CE la Pobla de Segur), 3. Núria Tomàs (UEC-CTEMC).
1. Marc Pinsach (CE Cassanenca), 2. Nil Cardona (SC Camprodon), 3. Ignasi Andrés (UEC Anoia).
Juniors

1. Marta Garcia (CE Calldetenes), 2. Inka Bellés (CP Andorrà), 3. Ares Izard (CE Lleida).
1. Oriol Cardona (SC Camprodon), 2. Alvaro Sumozas (T Trágame), 3. Joan Reyné (SC Camprodon).
Cadetti 
1. Laura Balet (UE Sabadell), 2. Laura Gorina (UE Sabadell), 3. Amaia Martin (Ski Navarra).
1. Aleix Domenech (CE Olot), 2. Manuel Picon (Selección Madrileña), 3. Iñigo Martinez de Albornoz (Euskal Selekzioa).

 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

sabato 17 dicembre 2011

Intervista a Vittorio Romor

Si erano innescate polemiche dopo lo spostamento, causa mancanza di neve, della gara di apertura di Coppa Italia a Misurina il 01 aprile, in concomitanza del Tour du Rutor. Il Camandona non si affilia alla Fisi con il TDR e come conseguenza gli spostano la gara di Coppa Italia lo stesso week end? Abbiamo intervistato in anteprima Vittorio Romor presidente del DolomitiSki-alp e organizzatore della Misurina Skiraid per capire come stanno le cose.

 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it

venerdì 16 dicembre 2011

Vince sempre lui

Flash live da Pampeago per la seconda prova del Dolomiti Sotto le Stelle. Un inizio di stagione scoppiettante per Michele Boscacci che impone la sua legge anche al Trofeo Monte Agnello. Al secondo posto Ivo Zulian su Thomas Trettel, Pippo Beccari e Marco Facchinelli.
Al femminile la "guerriera della notte" Sabrina Zanon non si smentisce, e vince sull'amica di sempre Nadia Scola. Entrambe staccano l'azzurra Elena Nicolini relegandola sul terzo gradino del podio.
Grande spettacolo con 200 partenti sotto una fitta nevicata.
 



Vai a leggere la versione originale dell'articolo su skialper.it